La regular season NBA è cominciata ormai da settimane e già possiamo parlare di Top e Flop. I Fanta Manager su Sportito si stanno dando battaglia a suon di triple e stoppate! Ogni giorno ci sono contest a tema NBA match da giocare su Sportito. Abbiamo avuto modo di osservare il nuovo look di alcune squadre, i nuovi rookie e i vecchi ritorni. Passiamo adesso ad analizzare i top e i flop di queste prime giornate di FantaBasket con Sportito. Ti ricordiamo che sul nostro sito ci sono fantastici tornei di fantabasket: gioca ora per vincere buoni Amazon e altri fantastici premi.
Ma andiamo adesso a scoprire gli NBA Top e Flop di questa parte di stagione.

Nba 2021/22: top e flop delle prime giornate

GIOCATORESQUADRATOP/FLOPPPG
Nikola JokicNuggetsTop58,65
Jonas ValanciunasPelicansTop50,88
Jarrett CulverGrizzliesFlop-2,14
Willy HernangomezPelicansFlop-2,00
Dejon JarreuPacersFlop-1,80
Bruno FernandoCelticFlop-1,75
Rudy GobertJazzTop51,15
Lebron JamesLakersTop45,49
Anthony DavisLakersTop47,72
Jimmy ButlerHeatTop47,64
Giannis AntetokounmpoBucksTop55,01
Joel AyayiWizardsFlop-1,65
Kevin PangosCavaliersFlop-0,99

Top giocatori in Nba 2020/21

1) Nikola Jokic:

Le giornate passano ma il Serbo rimane il re incontrastato dell’NBA su Sportito con una media di 60 punti.
Il Serbo ha ripreso le cose esattamente dove le aveva lasciate dopo la bolla di Orlando. E’ al suo sesto anno e dimostra una forma fisica invidiabile, probabilmente la migliore mai sfoggiata e la squadra è nelle sue mani e la consapevolezza dei propri mezzi non è mai stata così alta!
I playoff dello scorso anno sono stati cruciali per Denver e il suo uomo franchigia, anche se devono migliorare l’andamento in RS per centrare un buon posizionamento ai Playoff.

Nelle ultime 6 giornate sta mantenendo delle medie stratosferiche!
Solo grazie alle percentuali di tiro , 55% da 3 e 56% da 2 porta in dote la bellezza di 14 punti (10 per i tiri da 3 e 4 per quelli da 2).
Oltre a questo porta a casa 16 punti dai rimbalzi (10 per quelli difensivi e 6 per quelli offensivi).

Avete ancora dubbi su chi scegliere come capitano? Non vi bastano 150 punti a giornata?

2) Joel Embiid:

Il ragazzo camerunese sta vivendo, senza alcun tipo di dubbio, la miglior stagione della sua carriera.
Dominanza fisica e mentale sul campo da gioco, quel Joel tanto criticato per il troppo tempo passato sull’arco del tiro da 3 punti e per la poca dominanza sotto il canestro è ormai un ricordo.
Come lo stesso coach Rivers ha detto, Embiid sta andando oltre ogni più rosea aspettativa grazie anche a un nuovo regime alimentare. Questo ha migliorato le condizioni atletiche e ha ridotto di molto il numero di piccoli infortuni e stop che da sempre ne hanno segnato la carriera.

Ma passiamo all’aspetto numerico, da dove vengono fuori i suoi 50 punti di media?
La vera forza di Embiid viene dalla difesa dove prende più di 6 punti a partita e se a questo valore sommiamo il punteggio ottenuto dai rimbalzi (17) arriviamo a ben 23 punti.
Il resto lo fa la grande precisione al tiro che porta a ben 18 punti (percentuale di tiro da 2 superiore al 55%).

Nonostante questi valori cosi alti bisogna ricordare che, nell’uscita contro Brooklyn, Joel, ha tirato con un poco lusinghiero 1/7 dal campo che ha peggiorato di non poco la sua media dal tiro da 3 ( 6 tiri sbagliati su 7). Con il proseguire della stagione la media da 3 dovrebbe salire e con essa il punteggio del nostro centrone.

3) Giannis Antetoukompo:

Nel primo articolo della stagione, Giannis, era stato indicato come uno di quelli che avrebbe dovuto migliorare il proprio andamento ed il greco deve averci preso in parola.
Un miglioramento del 20% che, oltre a farlo tornare in auge per la lotta al MVP della stagione, ha segnato anche un aumento nel grado di scelta dei nostri utenti.
La vera forza di Antetoukompo sta nel fatto che prende davvero pochi malus, solo 2 palle perse di media e 2 falli (solo 5 punti di malus).
Tutto il resto viene dal grande numero di rimbalzi afferrati e dalla grandissima crescita degli assist per partita.
Nelle ultime gara ha tenuto una media di ben 5 assist (che valgono ben 6 punti) che, se sommati ai 10 rimbalzi afferrati (14 punti) arriviamo a ben 20 punti.

A fare il resto ci pensa una media di minuti giocati per gara di 36 che equivalgono a quasi 2 punti a giornata.

Flop giocatori NBA

1) Russell Westbrook:

L’inizio di stagione di Russel Westbrook è stato, in assoluto, il peggiore della sua carriera.
Cambiare franchigia per la seconda volta in due anni non deve essere stato semplice per un ragazzo emotivo come lui.
Anche la convivenza con Bradley Beal, altra Point Guard che, come Russ, vuole avere molto la palla in mano.
A condire la ricetta del perfetto disastro basti pensare che i Wizards sono una delle franchigie NBA che ha subito il maggior numero di stop per casi di Corona Virus.

Sebbene i tempi siano cambiati e Russell abbia messo tutta un’altra marcia, le prestazioni per i coach di Sportito non sono entusiasmanti.
La causa principale del crollo delle sue statistiche?

Per prima ci sono sicuramente le tantissime palle perse per partita. Nelle ultime gare ha una media di più di 4 palle perse a partita (comunque un miglioramento rispetto alle 5 che aveva prima di Febbraio) che costano un malus di ben 8 punti.
Anche il numero di rimbalzi e, soprattutto, di assist è in calo rispetto alle medie Robersoniane a cui ci aveva abituato gli anni pre Houston.

Senza tutte quelle palle perse avrebbe una ben più lusinghiera media di 44 punti che, se unite a migliori percentuali ai tiri liberi (-3 punti per partita di media) e un maggior numero di assist farebbe tornare Westbrook nella Top.
Oggi lo inseriamo tra i “Flop” anche non ce la sentiamo di scommettere contro Westbrook nel lungo termine. Siamo certi che con il tempo migliorerà l’alchimia con il quintetto e con Beal e così tornerà a dominare su Sportito come ci ha abituato negli ultimi anni.

2) D’Angelo Russell:

La stella, uscita 6 anni fa da Ohio State, ancora non esce a brillare e rischia di diventare un Flop.
Dopo l’esperienza poco edificante con i Golden State Warriors è passato a Minnesota dove ha trovato un amico di vecchia data, Karl Anthony Towns.
Mentre lui combatte per la top su Sportito, D’Angelo sta facendo venire diversi grattacapi ai Fantallenatori che lo hanno selezionato.

Lo scarso punteggio ottenuto fino ad ora da DLo dipende da una serie di fattori.
Il suo usage è piuttosto limitato, nelle ultime uscite ha accumulato una media di soli 25 minuti per partita contro i 30 di media di carriera.
Oltre al minor utilizzo in termini orari, anche il rendimento è sceso.
Non ha mai tirato cosi pochi liberi in tutta la sua carriera come questo periodo (poco più di uno per media a partita) e la percentuale di tiri realizzati dal campo è piuttosto bassa (43% che vale -0.5 punti) specialmente se si pensa che ha la stessa percentuale da 3 (+3 punti di media).

3) Ja Morant:

Il vincitore della passata edizione del ROTY non sta vivendo un semplice inizio di stagione.
Premesso che la sua stagione è stata condizionata da un infortunio subito contro i Lakers durante le prime giornate di campionato che lo ha fermato ad uno stop di qualche settimana.

Le cause principali del suo scarso punteggio sono molto facili da trovare.
Il primo indiziato è la pessima percentuale al tiro (35% dal campo e 29% da tre che gli costano rispettivamente -1,5 pti di media a partita).
Conseguenza di questo ci sono un gran numero di tiri sbagliati che rubano molti punti e un basso numero di canestri effettuati.
Anche il numero di rimbalzi è in calo ma rispetto all’anno scorso il quintetto dei Grizzlies è molto più strutturato quindi è un calo fisiologico.

Notiamo invece dei miglioramenti sia sotto il lato difensivo del campo che, soprattutto, sul profilo delle palle perse che lo scorso anno gli costavano più di 7 punti a partita mentre adesso siamo a meno di 6.
Con il passare del tempo ritornerà in condizione e le sue cifre saliranno sicuramente anche se non ci sentiamo di consigliarlo come per Russell Westbrook.

Oltri a questi NBA Top e Flop abbiamo altre Notable Mention che meritano spazio in positivo
Patiamo con il segno + e vediamo chi sta sorprendendo positivamente:

1) Domantas Sabonis – con la partenza di Victor Oladipo la franchigia e nelle sue mani e non sta facendo sfigurare. Sta facendo invece le fortune degli allenatori su Sportito che lo scelgono viste le sue medie paurose. 50,3 punti di media non sono di certo bazzecole!! Top Player!
2) Nikola Vucevic – con i suoi 47 punti di media è uno dei migliori giocatori per il vostro FantaBasket su Sportito! Sta rispondendo con grinta a tutti i detrattori che lo consideravano come uno spreco di soldi. Uno dei migliori centri della lega con tanto di d’approvazione di Shaquille O’Neal che lo ha osannato in un post Instagram.

Questo è quanto per la prima giornata della settimana, tu cosa ne pensi? Chi sono i tuoi NBA Top e Flop di questo inizio stagione? Seguici sui social e comincia subito a giocare il FantaBasket subito su Sportito.it!